Domanda:
In relazione alla dieta a basso contenuto di carboidrati, perché mi sento affamato dopo aver mangiato?
Geo
2011-06-06 04:56:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono al secondo giorno di una dieta a basso contenuto di carboidrati. Non ne ho mai fatto uno prima, ma ho davvero bisogno di perdere 15 libbre per essere sul mio peso ideale.

Oggi ho fatto un ottimo pranzo abbondante. (Hamburger di carne con pancetta e formaggio, fetta di pomodoro, lattuga e broccoli). Anche a cena un altro ottimo pasto. (New York Strip, con rucola, lattuga, spinaci e pomodoro)

Non so perché, ma dopo entrambi i pasti ho sentito fame. AFFAMATO

Dovrei preoccuparmi?


Ho trovato questo thread, dove alcune persone dicono che i dolcificanti artificiali sono i colpevoli della fame continua. Dicono che alcune persone produrranno insulina solo con dolcificanti artificiali. SE questo è il mio caso, ciò vanificherebbe lo scopo di seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati, giusto?

RE: dolcificanti artificiali, vanno contro gli obiettivi della tua dieta. Se ti stanno impedendo o meno di perdere peso dipende da altre cose. Indipendentemente da ciò, la mia comprensione è che perderai meno con loro che senza.
RE: dolcificanti artificiali, non tutti sono uguali. Qualcosa come la Stevia non provoca le stesse reazioni dell'aspertame o del sucralosio e sembra che abbia funzionato per me per addolcire le cose senza aggiungere carboidrati o calorie. Sfortunatamente non puoi cuocere con esso.
quello che faccio di solito è bere molta acqua mentre mangio.
Otto risposte:
#1
+9
Berin Loritsch
2011-06-06 19:13:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I primi giorni dopo essere passati a una dieta a basso contenuto di carboidrati ho sentito la più fame. Il principale colpevole per me, in ogni caso, era il fatto che il mio corpo desiderava ancora i carboidrati e non li davo. Non fraintendermi, mi sono riempito lo stomaco finché non ho potuto aggiungere altro cibo, ma ero ancora affamato.

Il tuo corpo impiega fino a quattro giorni per bruciare tutto il suo riserva di carboidrati nel flusso sanguigno, e dopo questo ti sentirai bene senza di loro. La linea di fondo è "Basta dire di no" mentre il tuo corpo si sta riadattando.

Dall'elenco delle cose che stai mangiando presumo che sia qualcosa di simile alla dieta Atkins (se non è quella dieta). Se è corretto, l'obiettivo è entrare nella chetosi , che richiede di non assumere più di 40 g di carboidrati al giorno. Durante la transizione iniziale il tuo corpo urlerà per i carboidrati. Datevi della lattuga per riempire lo stomaco e bevete molta acqua. Avrai bisogno di più acqua per mantenere felici i tuoi reni durante la dieta. I primi 3-4 giorni sono i più difficili e poi diventa molto più facile.

Questo consiglio è tratto dal mio percorso di perdita di peso.

Sono al secondo giorno con meno di 20 grammi di carboidrati e ho ancora fame. Devo ammettere che oggi è andata finora meglio di ieri.
Entro il quarto giorno dovresti iniziare a sentire di poterlo fare davvero. Sono solo quei primi quattro giorni che sono davvero difficili.
Consumare più grassi saturi lo farà bene.
#2
+5
bitsoflogic
2011-06-06 15:38:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Calorie !

In poche parole, non stai mangiando abbastanza. Ci sono solo circa 30 calorie in una tazza di brocolli, mentre ci sono circa 210 calorie in una tazza di purè di patate. Quando passi a una dieta a basso contenuto di carboidrati, devi tenerne conto e assicurarti di avere ancora abbastanza cibo per mantenerti.

Una nota a margine, non sono sicuro di quanto sia rigida la tua dieta a basso contenuto di carboidrati quando si tratta di carboidrati. Potresti prendere in considerazione l'introduzione di alcuni carboidrati "lenti" che richiedono tempo per essere digeriti, come le lenticchie oi fagioli. Questi possono rendere più facile compensare il deficit calorico, senza aumentare la produzione di insulina. Una manciata di noccioline farebbe anche molta strada qua e là ...
#3
+2
Daniel Rikowski
2011-06-06 17:33:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando si tratta di sentirsi pieni, non esiste un singolo fattore, infatti non è chiaro al 100% quali fattori portano a questa sensazione, anche se alcuni sono noti.

Per sentirsi sazi è necessario soddisfare una serie di fattori, più sono e meglio è:

  • Ripieno dello stomaco (recettori meccanici nello stomaco)
  • Valori nutrizionali del cibo (recettori chimici nel fegato e nel colon)
  • Rilascio di ormoni a seguito della digestione (insulina, leptina, ...)
  • Altri fattori chimici (sangue livello di zucchero)
  • Fattori psicologici (gusto, dimensione della porzione)
  • Fattori sconosciuti

Dopo il passaggio a una dieta a basso contenuto di carboidrati è il mancanza di carboidrati che molto probabilmente causa la tua fame: i recettori nel colon e nel fegato registrano livelli più bassi di carboidrati, inoltre i livelli di zucchero nel sangue non aumentano alla velocità con cui il tuo corpo è abituato.

Finché tutti gli altri fattori sono soddisfatti (dimensione della porzione, calorie, gusto, ...) non c'è nient'altro che puoi fare se non aspettare alcuni giorni che il tuo corpo si adatti alla dieta a basso contenuto di carboidrati. Dalla mia esperienza personale ci vogliono 2-3 giorni per accadere. Dopo di che ho dovuto sforzarmi di mangiare. (A causa della mancanza di appetito)

#4
  0
Mischa Arefiev
2011-12-26 22:00:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Poca glicemia, suppongo.

Prova ad aggiungere piccole quantità di glucosio al tuo pasto e riduci la dose gradualmente man mano che ti senti meno affamato subito dopo aver mangiato. Ha funzionato per me.

#5
  0
hungry no more
2012-09-21 11:01:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho fatto paleo per un mese intero e non mi sono mai sentito così affamato in vita mia. La fame non è mai andata via, fino a quando una volta ho dovuto saltare un pasto in una giornata impegnativa, e poi ero così confuso che non potevo funzionare. Non è giusto Non appena ho mangiato un pasto normale con alcuni cereali (riso integrale) finalmente mi sono sentito meglio e ho potuto pensare di nuovo con chiarezza.

Ciao, bene che hai condiviso le tue esperienze. Tuttavia, la domanda è se la persona debba preoccuparsi.
#6
  0
Cathy
2015-11-11 02:30:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che sia normale mentre il tuo corpo si sta adattando. Sto anche facendo una dieta a basso contenuto di carboidrati. Trovo che a volte se ho dell'acqua di sorgente ghiacciata con una spruzzata di lime o limone, questo può davvero aiutare. Stai ricevendo un po 'di carboidrati nel succo, che possono soddisfare le tue voglie, più acqua che ti idrata e ti riempie per un po'. Se non funziona, ho una mela o anche una torta d'avena o un cracker ricco di fibre con burro di arachidi senza zucchero. Penso che sia meglio alleviare la fame o le voglie di carboidrati mentre mi sto abituando alla dieta, piuttosto che rinunciare perché è troppo difficile. Oppure potresti voler continuare fino a quando il tuo corpo non si abitua.

#7
-1
Bridget Lane
2015-02-18 08:09:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Seguo una dieta a basso contenuto di carboidrati per la quarta (o è la sesta volta?) e mi sento sempre affamato, soprattutto dopo aver mangiato. Penso che sia perché il tuo corpo brucia i grassi a un ritmo più veloce del normale, quindi ti senti ingannevolmente come se non stessi mangiando abbastanza calorie.

#8
-2
Janice
2011-12-26 16:30:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Wow, troppi carboidrati, soprattutto nelle prime fasi. Se stai rimpinzando tonnellate di verdure verdi ecc. Sono cattive come il pane, la pasta ecc. Taglia le verdure, la frutta ecc. Scegli proteine ​​pure a basso contenuto di grassi per una settimana, quindi alterna i giorni di proteine ​​pure con proteine ​​più solo poche giorni vegetariani. Bevi molta acqua fredda. Inoltre, non esagerare con il grasso, ricorda che è sempre calorie in vs calorie out, solo quel basso contenuto di carboidrati ti aiuta a raggiungere questo obiettivo mangiando meno. Le persone che mangiano grandi lastre di farina di carne dopo il pasto non perdono peso, non lo ripeto, è fisicamente impossibile. Pertanto: conta le calorie, i carboidrati e mantieni il livello basso. E fai un po 'di esercizio. Nient'altro funziona e chiunque ti dica diversamente sta mentendo.

Voto negativo: puoi essere più specifico sulla tua affermazione sulle verdure verdi? Le verdure verdi non amidacee sono generalmente a basso contenuto di carboidrati, prendi i broccoli per esempio: http://www.carbohydrate-counter.org/veg/search.php?cat=Broccoli&fg=1100. "Fisicamente impossibile" è un'affermazione forte da fare, e non vedo motivo per cui ricavare calorie dalla carne porterà ad un aumento di peso. La regola empirica del bilancio energetico è una ragionevole descrizione in ordine zero di come funziona il metabolismo, ma i carboidrati rendono illecita una risposta insulinica più forte che può dare loro una propensione ad essere immagazzinati come grassi.
Non penso sia corretto dire che il basso contenuto di carboidrati funziona solo a causa della riduzione delle calorie. La scienza alla base si basa su come gli zuccheri vengono elaborati e immagazzinati e sul loro effetto sul metabolismo.
@silasdavis Credo che alcune diete a bassissimo contenuto di carboidrati (cioè l'induzione di Atkins, che presumo sia ciò che sta affrontando Janice) abbiano requisiti di carboidrati così bassi che anche troppe verdure possono superare il limite giornaliero.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...