Domanda:
Come posso imparare a correre a piedi nudi sull'asfalto senza avere vesciche?
pencilCake
2013-07-22 17:29:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Corro da anni per divertimento. Dallo scorso anno sono interessato alle maratone. Ho partecipato a 2 maratone e attualmente mi sto preparando per la maratona di Monaco.

Corro 4 volte a settimana.

E vorrei correre a piedi nudi in una o due delle mie corse facili a settimana. .

Ho provato la prima volta questa mattina; Ho fatto 5k e mi sono ritrovato con delle vesciche minori.

Come posso correre sull'asfalto a piedi nudi senza avere vesciche? La pelle si abitua dopo un paio di facili corse? O dovrei usare un tacco primo stile bcoz dell'asfalto?

Ho trovato questo che sembra abbastanza utile: https: //sites.google.com/site/barefootchronicles/howtobeginrunningbarefoot
Sei risposte:
#1
+6
Mike Mertsock
2013-07-28 08:19:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Assolutamente non colpire il tallone. Non è necessario e non vorrai comunque farlo perché sarà doloroso.

Quando corri su asfalto pulito con una forma adeguata, dovrebbe essere abbastanza comodo e in genere non dovresti vesciche o usura eccessiva sui piedi. Se inizi con un massimo di mezzo miglio a un miglio a piedi nudi nella prima settimana e aumenti gradualmente la distanza, le tue piante dovrebbero adattarsi senza problemi.

La chiave per correre a piedi nudi sull'asfalto, o davvero su qualsiasi superficie, senza dolore o vesciche è la forma corretta:

  • Piega le ginocchia
  • Atterra leggermente. Pensa al lander lunare che atterra sulla luna: inizia a tirare i piedi su / indietro (piegando le ginocchia) prima che tocchino il suolo, per diminuire l'impatto
  • Non "colpire" il suolo ma toccalo. Concentrati sul "sollevare" i tuoi piedi dal marciapiede piuttosto che colpire il pavimento, questo ti aiuterà a essere più leggero sui tuoi piedi
  • Cerca di essere molto tranquillo sui tuoi piedi. Silenzioso significa basso impatto

La prima parte del piede che dovrebbe toccare il suolo è la pianta del piede. Seguito rapidamente dalle dita dei piedi e poi dal tallone (o forse dal tallone e poi dalle dita dei piedi, qualunque cosa senta più a suo agio). Sì, il tuo tallone può toccare il suolo, questo aiuta l'azione elastica dei tuoi polpacci ad assorbire gli urti e l'energia e ti spinge correttamente, ma dovrebbe toccare a malapena il suolo.

Il modo in cui il tuo piede tocca il suolo - Ball-tallone-toes - consente al piede di allargarsi mentre atterra piuttosto che dopo che è atterrato, in modo da poter distribuire il peso sul piede senza che scivoli. Ciò che causa vesciche sul marciapiede o su altre superfici è lo scorrimento o la diffusione del piede sulla superficie. Visualizza la vernice sui tuoi piedi e cerca di lasciare impronte perfette. Il corretto allineamento del piede (dita dei piedi dritte in avanti e sotto il centro di gravità, non troppo larghe) e la rotazione dell'anca aiuteranno qui.

In realtà è una buona idea iniziare a piedi nudi sull'asfalto, perché l'asfalto darà ai tuoi piedi tutti i tipi di feedback per incoraggiare una forma corretta. Una volta che puoi correre comodamente a piedi nudi su una superficie dura, puoi correre su qualsiasi superficie a piedi nudi (o con scarpe minimaliste).

Dato che è facile non notare dolore, vesciche o altri problemi durante la corsa, un buon Un modo per evitare di esagerare, soprattutto all'inizio, è fermarsi ogni miglio circa e riposare per 30 secondi. Quindi valuta e vedi se i tuoi piedi si sentono abbastanza freschi per continuare. Altrimenti ti accorgerai improvvisamente che avresti dovuto tornare indietro qualche tempo fa perché i tuoi piedi sono troppo teneri.

#2
+3
Alptigin Jalayr
2013-07-22 17:57:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho provato a correre a piedi nudi sul cemento. Mi sono limitato a distanze di 5-6 km. Non ho avuto vesciche però, forse perché sono abituato a camminare a piedi nudi all'aperto. Tuttavia, una volta, ho ricevuto una ferita da puntura molto dolorosa da ghiaia tagliente o legno. Assicurati di correre su superfici pulite prive di detriti. Puoi anche ottenere abbigliamento da corsa ultra minimalista.

#3
+2
Dave
2013-07-22 18:16:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sembra che tu abbia molta più esperienza di corsa di me, ma sembra logico che ci siano solo due modi in cui puoi andare qui:

  1. Negozia con te stesso e compra uno a piedi nudi scarpa come Vibram FiveFingers
  2. Continua a correre fino a quando non si riempie la vescica. Quando ero al college, conoscevo un ragazzo che camminava per tutto il campus a piedi nudi, anche in pieno inverno con 8 pollici di neve a terra. È stato in grado di farlo perché - nel tempo - la parte inferiore dei tuoi piedi forma uno spesso cuscinetto e diventano meno sensibili. A quanto pare lo faceva da quando era bambino, quindi è stata una progressione graduale; quindi, se segui questa strada, aumenterei la frequenza con cui corri a piedi nudi lentamente nel tempo, dando ai tuoi piedi abbastanza tempo per guarire tra una corsa a piedi nudi ma non così a lungo da perdere i tuoi guadagni.
  3. ol >
#4
+2
user2861
2013-07-23 04:02:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se hai indossato scarpe per tutta la vita, quando corri a piedi nudi (e in questo caso presumo tu intenda completamente non calzato) ti verranno le vesciche.

Le scarpe attutiscono i piedi e forniscono una superficie morbida per noi camminare, questo porta i piedi ad essere morbidi ed elastici. Non è necessariamente una cosa negativa, finché non cammini senza scarpe.

La corsa a piedi nudi sottoporrà la pianta del tuo piede ad attriti e lacerazioni a cui non è abituata. Questo porta a un'infiammazione localizzata come risposta curativa e protettiva - aka. vesciche. Nel tempo questi guariscono e forniscono uno strato protettivo di tessuto cicatriziale e pelle ruvida per la suola. Sfortunatamente, non puoi fare molto per accelerare questo processo, a parte camminare a piedi nudi più spesso.

Questo è molto vero, esattamente il mio caso.
#5
  0
Danubian Sailor
2013-08-20 18:17:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho fatto di recente una passeggiata di 20 minuti sull'asfalto, che è risultata con vesciche davvero fastidiose e dolorose. Ed era solo camminare, non correre.

Secondo la risposta su The Outdoors: https://outdoors.stackexchange.com/questions/4277/how-to-harden-feet-for-walking-barefoot-on-harsh- superfici la cosa migliore per adattare i tuoi piedi alla corsa a piedi nudi è la sabbia. Se i tuoi piedi sono più adatti a camminare sull'asfalto dei miei, puoi semplicemente esercitarti a camminare a piedi nudi, è abbastanza comune in Germania.

Per quanto riguarda la tecnica di corsa con il tallone, è assolutamente vietato. Secondo varie fonti, è fonte di vari infortuni anche quando si corre con scarpe speciali, a piedi nudi non si ha alcun ammortamento, quindi l'intero impatto arriverebbe alle ginocchia.

#6
  0
Sean Duggan
2017-10-20 18:01:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un grande sostenitore del piede scalzo in generale, qualcosa che a volte incolpo quando sono cresciuto in Kentucky. Ho camminato scalzo per decenni, ma personalmente uso scarpe minimaliste quando corro, perché a) i miei piedi hanno la tendenza a indurirsi e rompersi e avere una sorta di suola aiuta in questo eb) aiuta a proteggere da oggetti estranei e pavimentazione calda. Non ho mai avuto una vescica a piedi nudi, ma ho ricevuto ustioni di 1 ° grado a causa dell'asfalto caldo che ho dovuto attraversare e ho avuto alcuni oggetti che ho dovuto rimuovere dai miei piedi.

Ci sono un certo numero di scarpe minimaliste là fuori. Io personalmente uso Xero Shoes, in particolare i loro sandali huarache fai-da-te (dichiaro di possedere azioni della società, ma non lavoro per loro. Sono solo un grande fan), che ne avevano pochissimi punti di contatto per creare vesciche scorrevoli, ma aiutano a proteggere i miei piedi da oggetti appuntiti e asfalto caldo (anche se noterò che non proteggono i tuoi piedi da lividi. Al momento ho un livido di un quarto di grandezza da calpestare un grande ciottolo mentre cammino casualmente con il figlio di mio cugino nel Vermont e evito grate e ghiaia quando corro dentro). Ho anche la loro scarpa Hana, ma l'ho presa per Capoeira, perché i sandali non sopportano molto bene la torsione secondo me. Non raccomandano quelli per la corsa perché non sono fatti per quel tipo di stress estremamente ripetitivo.

I tuoi piedi si adatteranno nel tempo, sviluppando calli che li aiuteranno a proteggerli, ma soprattutto, è sulla tecnica. Devi atterrare sulla punta dei piedi, non sul tallone, il che accorcia naturalmente il passo e porta a una cadenza più alta. Imparerai anche a mettere i piedi e a non trascinarli, il che ti aiuterà con le vesciche.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...