Domanda:
Come superare la paura del nuoto in acque libere?
TheBlackBenzKid
2015-11-22 12:02:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi considero un ottimo nuotatore; So nuotare bene. La mia forza è nel nuoto in piscina. Recentemente ho nuotato in acque libere nell'oceano. Nuoto sempre fino al bordo della boa nell'oceano.

Tuttavia, ho iniziato a indossare googles ed è stato tutto in discesa. Non riesco a vedere il fondo del mare e mi ha completamente rimandato. Lo chiami; squali, annegamento, tutti i tipi di paure. Il risultato è che tengo la testa fuori dall'acqua e non riesco a nuotare bilaterale. Non posso nemmeno nuotare lontano senza spaventarmi.

La mia domanda è: voglio alcune tecniche per sviluppare questa mente sulla materia e mi chiedevo cosa aiuta?

Grazie

Sembra che tu abbia un certo grado di talassofobia. Questo è un problema psicologico e temo che sia fuori tema per un forum di fitness fisico. Potresti avere più fortuna al SE cognitivo: http://cogsci.stackexchange.com/
@Alec Questa domanda è alla ricerca di consigli di allenamento specifici per affrontare le condizioni di allenamento e del giorno della gara. Se stai cercando di chiudere qualcosa, lascia questo da solo e cerca le mie domande :)
Cinque risposte:
#1
+6
FredrikD
2015-11-22 21:12:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il passaggio dalla piscina al lago / oceano può essere impegnativo. Cercate su Google "superare la paura del nuoto in acque libere" o "attacchi di panico triatleta in acqua" e scoprirete di non essere soli.

Ci sono due aspetti della tua domanda:

  1. Superare la paura in generale durante l'allenamento / fare sport e
  2. Specifici con il nuoto.

Superare la paura in generale quando l'allenamento è personale. Fare cose gradualmente più impegnative funziona per me.

Le specifiche con il nuoto sono legate alla respirazione. Onde, acqua più fresca, rumore, una nuova muta e ostacoli (alghe, rane, serpenti, altri nuotatori all'inizio di una gara) nell'acqua sono tutti fattori che possono sbilanciare il tuo respiro e farti trattenere il respiro e quindi non espirando abbastanza. Non espirare aumenta il livello di CO2 che a sua volta aumenta la sensazione di ansia e persino di panico. E più ansia ti rende più sensibile ai fattori che poi influenzano la tua respirazione, cioè è facile cadere in un circolo vizioso nel nuoto in acque libere.

Cosa fare? Ecco un breve programma mentale (simile ad altri consigli, ad esempio swimsmooth): Rileva che stai per cadere nel circolo vizioso. Per alcuni colpi (ad es. 5-6):

  • Rallenta la frequenza della bracciata.
  • Concentrati sull'espirazione sott'acqua
  • Concentrati sul rilassamento
Quindi pensi che respirare mi riporterà al mio nuoto lontano; Nuotavo molto lontano e poi tornavo. Suona come CBT
Non proprio terapia cognitivo comportamentale. Rispetto ad altre cose che possono essere spaventose, ad es. sci alpino in colline molto ripide, respirare è di per sé difficile quando si nuota a stile libero in acque libere. La cosa contro intuitiva - in base alla mia esperienza, quello che puoi trovare scritto sull'argomento è concentrarti sull'espirazione
#2
+1
Jason
2015-11-22 19:23:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho la stessa sensazione tranne che non so nuotare bene. Quello che faccio è semplicemente galleggiare lì, guardare la profondità senza fondo e cercare di riconoscere che l'acqua mi sta sostenendo. Inoltre provo a nuotare un po 'giù e mi lascio galleggiare. Ha funzionato meglio per me l'unica volta in cui l'ho fatto con un boccaglio.

#3
  0
jetset
2015-12-04 04:00:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho avuto lo stesso identico problema, in cui ho provato paura e un po 'di panico mentre nuotavo nell'oceano anche se nuotavo per un'ora alla volta in una piscina. Per me, ciò che mi ha aiutato è stato farlo più e più volte, dicendomi che non c'era nulla di cui aver paura, che ero un nuotatore di corde e potevo facilmente tornare a riva. Ho scoperto che, nuotando nella stessa spiaggia, gradualmente è diventato più facile ed ero più calmo, ma poi quando sono andato su una nuova spiaggia è ricominciato e gradualmente è migliorato. Quindi, se sei come me, solo esercitarti alla fine lo farà sparire.

Un punto in particolare è a Curaçao, dove l'isola cade bruscamente. A poche centinaia di metri dalla spiaggia il fondale scende molto ripido. Stai nuotando, vedendo il fondo molto chiaramente, e c'è una linea improvvisa in cui diventa completamente nero. Mi ci sono volute diverse volte per smettere di andare in panico quando nuotavo oltre.

#4
  0
giorgio79
2016-01-17 10:40:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono un esperto o un dottore, ma IMHO prestare attenzione al tuo istinto interiore e alla paura è normale e avere paura del mare è normale. Il mare non è il nostro habitat naturale e non siamo i primi predatori lì. Gli individui vengono attaccati da squali, meduse ecc.

Questo è solo un commento e non aiuta comunque a rispondere alla domanda dell'OP
#5
  0
LSU Moose
2016-07-20 22:00:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un po 'sconcertato che tu dica che i tuoi problemi sono iniziati dopo aver iniziato a indossare gli occhiali. Sei riuscito a vedere il fondo della ses prima di allora? O hai semplicemente chiuso gli occhi?

In quest'ultimo caso, direi che dovresti provare a usare gli occhiali, ma chiudendo gli occhi come facevi una volta.

Vedi, un grande ostacolo sia nel nuoto in acque libere che nelle immersioni subacquee è che tutti i mammiferi, inclusi gli esseri umani, hanno un riflesso subacqueo. Quando abbiamo l'acqua sul viso, istintivamente chiudiamo la nostra epiglottide. Nella piscina l'hai superato da tempo, ma nell'oceano ritorna. Mi torna in mente ogni stagione in acque libere. (Dove vivo io, il mare aperto non è un'attività per tutto l'anno.) E di solito ci vuole un po 'di tempo per abituarsi quando ti eserciti a togliere la maschera e sostituirla durante le immersioni.

Detto questo, Penso che dovresti avere più difficoltà a superarlo in un oceano piuttosto limpido, rispetto a noi qui in laghi torbidi. Quindi sono fiducioso che starai bene dopo un po 'di pratica.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...