Domanda:
Cosa significa battere o sbattere contro il muro?
Jason
2016-10-07 22:44:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cosa significa colpire o sbattere contro il muro durante una corsa o un giro in bicicletta?

Questa è la domanda principale, ma per generare una risposta più dettagliata qui, ti preghiamo di considerare queste domande di corollario: p>

Può essere una cosa abbastanza seria, quindi quali sono gli effetti che la rendono così seria?

Bonking è come colpire un muro ??

Spiega cosa causa un bonk, quali cose potresti sperimentare prima, durante e dopo.

Ci sono vantaggi nel bonking?

Se colpire il muro è diverso, approfondisci anche questo.

Una risposta:
#1
+7
John
2016-10-10 14:09:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Che cosa significa colpire o colpire il muro durante una corsa o un giro in bicicletta?

Negli sport di resistenza come il ciclismo e la corsa, "colpire il muro" o "bonk" è una condizione di affaticamento improvviso e perdita di energia causati dall'esaurimento delle riserve di glicogeno nel fegato e nei muscoli.

Può essere una cosa abbastanza seria, quindi quali sono gli effetti di ciò che la rende così grave ?

Dal punto di vista logistico, su una bicicletta sei maggiormente a rischio. Potresti perdere l'equilibrio, sterzare sulla strada o non riuscire a staccarti dai pedali. In questo caso i rischi variano da un ego ferito alla morte da parte di un camion in arrivo.

Da una prospettiva accademica si avrà una potenza di uscita inferiore:

In uno studio, " la riduzione del glicogeno muscolare prima dell'esercizio da 59,1 a 17,1 mumol X g-1 (n = 3) è stata associata a una riduzione del 14% della potenza massima ma nessuna variazione nell'assunzione massima di O2; a qualsiasi potenza erogata assunzione di O2, la ventilazione (VE) era significativamente più alta, l'emissione di CO2 (VCO2) era simile e il rapporto di scambio respiratorio era più basso durante la deplezione del glicogeno rispetto al controllo. " (1)

Bonking è come colpire un muro?

Sì. Il termine bonk per affaticamento è presumibilmente derivato dal significato originale "colpire".

Il termine è usato colloquialmente sia come sostantivo ("colpire il bonk") e come verbo ("to bonk a metà strada gara"). La condizione è nota anche ai corridori di lunga distanza (maratona), che di solito la chiamano "colpire il muro". Gli inglesi potrebbero chiamarlo "hunger knock", mentre "hunger bonk" era usato dai ciclisti sudafricani negli anni '60. Può anche essere definito "saltare in aria".

Spiega cosa provoca un bonk, quali sono le cose che sperimenteresti prima, durante e dopo.

Atleti impegnati in l'esercizio per un lungo periodo di tempo produce energia tramite due meccanismi, entrambi facilitati dall'ossigeno:

  • tramite il metabolismo dei grassi
  • tramite la scomposizione del glicogeno in glucosio, seguita dalla glicolisi.

Quando si esaurisce il glicogeno, si opera solo con il metabolismo dei grassi e la produzione di energia diminuisce. Ti sentirai come se avessi perso rapidamente molta energia in un breve periodo (circa 1 miglio di corsa, varia da individuo a individuo).

Successivamente ti senti ancora come se non avessi energia, ma è qui che il mentale la robustezza / determinazione della corsa di resistenza diventa più importante.

Ci sono vantaggi nel bonking?

Tecnicamente sì, sei più efficace nel bruciare i grassi dopo il bonking perché è tutto ciò che ti resta.

Tuttavia, generalmente no. Il tuo corpo non è progettato per funzionare senza glicogeno per un periodo prolungato e quindi non dovresti mirare a bonk durante l'esercizio.

Come posso prevenirlo?

Esistono diversi approcci per prevenire impoverimento del glicogeno:

  1. Il carico di carboidrati viene utilizzato per garantire che i livelli iniziali di glicogeno siano massimizzati, prolungando così l'esercizio. Questa tecnica equivale ad aumentare l'assunzione di carboidrati complessi negli ultimi giorni prima dell'evento.

  2. Consumare cibi o bevande contenenti carboidrati durante l'esercizio. Questo è un must assoluto per distanze molto lunghe; si stima che i concorrenti del Tour de France ricevano fino al 50% del loro apporto calorico giornaliero da integratori in bicicletta.

  3. Abbassando l'intensità dell'esercizio al tanto chiamato "livello di grasso massimo" (soglia aerobica o "AeT") abbasserà la frazione di energia che proviene dal glicogeno e la quantità di energia bruciata per unità di tempo.

(1): Heigenhauser, GJ; Sutton, J. R .; Jones, N. L. "Effetto dell'esaurimento del glicogeno sulla risposta ventialatory all'esercizio". Giornale di fisiologia applicata. American Physiological Society. 54 (2): 470–474. ISSN 1522-1601.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...