Domanda:
Essere "affamati di ossigeno" è un vero fenomeno?
Brondahl
2019-08-18 22:03:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gioco a hockey (hockey su prato) a un livello leggermente inferiore a quello di élite. Mi alleno (ma non gioco) con giocatori che giocano nella nazionale britannica.

Io, gli altri giocatori con cui gioco e gli allenatori con cui mi sono allenato, abbiamo sempre parlato di noi e del nostro cervelli "affamati di ossigeno", quando giochi oltre il tuo livello di forma fisica. (Particolarmente comune durante la pre-stagione, quando tutti sono insolitamente fuori forma: D)

Ciò che intendiamo con questo in termini di azioni osservabili dall'esterno è che, quando siamo molto stanchi, smettiamo di prendere buone decisioni e il nostro cali di controllo motorio fine: abbiamo scelto passaggi sbagliati, assumiamo persone quando normalmente non lo faremmo quando non siamo stanchi, il nostro coordinamento mano-occhio si abbassa in modo che non possiamo più eseguire anche abilità, ecc. ecc. / p>

Certamente l'effetto esiste: quelle azioni sono chiaramente osservabili.

Ma c'è davvero un effetto fisiologico dietro di esso, e se sì, quell'effetto riguarda veramente i livelli di ossigeno nel cervello?

Se si fosse in grado di installare un sensore O2 in una delle principali arterie che portano al cervello, saresti in grado di vedere cali effettivi dei livelli di O2, quando qualcuno sta raggiungendo un punto di esaurimento aerobico e anaerobico combinato ( l'hockey è un mix pesante di entrambe le forme di attività, come molti sport di squadra)

Risposta breve sì. Ho più dettagli quando non sono sul cellulare.
Sarà interessato a una risposta dettagliata. Per misurarlo effettivamente, Moxy fornisce tale apparecchio.
@FenryrMKIII - DC Rainmaker (un revisore indipendente che rispetto immensamente) ha una [recensione del moxy] (https://www.dcrainmaker.com/2014/11/muscle-oxygen-sensor.html) sul suo sito.
Sì, so di DCRainmaker :) Alcuni studi sono stati fatti anche da Evan Peikon sugli atleti di crossfit
Una risposta:
#1
+6
JohnP
2019-08-19 19:20:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il deficit di ossigeno e il debito di ossigeno sono cose reali nel mondo dell'esercizio e la ragione di base è un ciclo energetico sistemico a breve termine noto come ciclo ATP-ADP (adenosina trifosfato-adenosina di fosfato) e a lungo termine, il Ciclo di Krebs.

La ragione di base (cioè tl; dr;) è che la scomposizione dell'ATP per fornire energia per guidare la cellula è un processo ossidativo e può avvenire solo in presenza di ossigeno. Nessun ossigeno al muscolo, nessuna ossidazione, nessuna energia.

Ci sono molti adattamenti fisiologici che si verificano con l'esercizio, il cuore si ingrandisce, i polmoni diventano più efficienti nel trasferimento di ossigeno, il corpo farà crescere nuovo sangue vasi nei muscoli, più mitocondri vengono creati nelle cellule, ecc. La maggior parte di questi sono legati alla necessità di portare ossigeno ai muscoli.

Ora per le cose lunghe: il motore chimico di base della funzione cellulare è la rottura del legame fosfato nell'ATP, trasformandolo in ADP. Questa energia viene utilizzata per guidare la funzione cellulare, sia essa muscolare o altro. In uno sforzo estremo, la cellula può anche scomporre l'ADP in AMP (Adenosine Mono Phosphate). Questo viene fatto usando l'ossigeno.

Ora per trasformare l'ADP / AMP di nuovo in ATP, il corpo ha alcuni metodi diversi.

Innanzitutto, è disponibile la creatina fosfato che può essere utilizzata immediatamente per ricreare il legame fosfato. Questo è a breve termine, fino a quando la creatina fosfato disponibile non sarà esaurita. (In una nota a margine, questo è il motivo per cui l'integrazione di creatina funziona. Riempie le cellule con PC extra da utilizzare in questo processo).

Il prossimo è il sistema glicogeno-acido lattico. Questo è più lento, ma utilizza glicogeno e acido lattico (sì, l'acido lattico è un carburante oltre alle sue altre implicazioni nell'esercizio). Questo sistema funziona effettivamente in assenza di ossigeno, ma fornirà energia solo fino a circa 80-100 secondi.

Infine, la respirazione aerobica entra in azione (ciclo di Krebs) e inizia a fornire il rifornimento di ATP attraverso la scomposizione del glicogeno dalle riserve epatiche, il glucosio circolante nel sangue, l'ossidazione dei grassi (nota di nuovo la parola ossidazione) e, in casi estremi, la scomposizione delle proteine. L'ultimo può essere pericoloso, in quanto sono le fasi iniziali della rabdomiolisi.

Tutti questi sono guidati dall'ossigeno, così come il recupero. Sebbene l'acido lattico sia un carburante, un accumulo eccessivo nei muscoli può portare a un temporaneo cedimento muscolare, è sospettato di crampi muscolari (ma non è stato dimostrato) e viene espulso dal sistema utilizzando anche l'ossigeno. Ansimare / respirare pesantemente aiuta a guidare questo processo dopo l'esercizio. Ogni volta che vedi qualcosa che dice che è un processo ossidativo, l'ossigeno è una forza trainante. Il debito di ossigeno è ciò che fa sì che tu debba fermarti, ottenere abbastanza ossigeno per ricostituire energia, portare fuori la spazzatura, ecc.

Quindi, fondamentalmente, l'ossigeno è la scintilla che guida quasi ogni singolo processo energetico nel corpo. Quando sei fuori forma, il tuo corpo non è molto efficiente poiché fornisce ossigeno dove è necessario per far funzionare tutti questi cicli. Di conseguenza, respiri più pesantemente di quanto potresti fare quando sei in forma, i tuoi sistemi energetici non offrono la stessa velocità, ti stanchi e devi fermarti prima. Man mano che diventi più in forma (gli adattamenti fisiologici indicati sopra), il tuo corpo fornisce più ossigeno dove è necessario e duri più a lungo prima di aver finito.

In una nota a margine finale, questo influisce anche sul controllo del motore. Inizi a perdere il controllo motorio fine a circa 115 battiti al minuto (BPM) e inizi a perdere il controllo motorio lordo a circa 145 BPM. (Inizi anche a perdere un po 'di acuità visiva e altri effetti, ma quelli non sono del tutto rilevanti). Quindi, se non sei in forma, il tuo cuore sta cercando di fornire sangue il più velocemente possibile e la tua frequenza cardiaca aumenta alle stelle. Questo inizia a influenzare il tuo gioco, inciampi, non sei così agile, non vedi bene le cose, ecc. L'allenamento prolungato può rimediare in qualche modo, ma la conclusione è che più sei in forma, meglio sarai in il tuo sport.

Questa è una risposta fantastica e dettagliata! Ma stavo pensando in particolare agli effetti cognitivi (è stato fonte di confusione da parte mia menzionare anche gli effetti muscolari di passaggio). La stessa carenza di ossigeno si verifica nel cervello o il corpo dà la priorità a mantenere costanti i livelli di 02 del cervello?
Si noti che da recenti letture, sembra che la mancanza di ossigeno non sia la ragione per cui il corpo utilizza un percorso diverso da quello ossidativo. Vedi qui per esempio: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5016084/
@FenryrMKIII - Grazie per quel link, non avevo visto quell'articolo. Ho un segnalibro da leggere quando ho il tempo di lavorarci sopra. Certo, i sistemi non sono "stand alone", funzionano tutti in una certa misura tutto il tempo. La ripartizione di base è valida. È come le zone "brucia grassi", usi sempre i grassi in una misura o nell'altra.
@Brondahl - Vedi https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22316722 - Sì, ci sono alcuni effetti cognitivi associati a una lieve ipossia.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...