Domanda:
Consigli di medicina alternativa sull'idratazione da un istruttore di yoga
academic
2019-05-22 21:39:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dopo la lezione di yoga di ieri, il mio istruttore si è lamentato con me che stavo eruttando troppo in classe. Ha visto una bottiglia di acqua frizzante, che in realtà conteneva acqua del rubinetto, e ha pensato che stessi bevendo acqua frizzante durante la lezione. In effetti, questo è un problema di vecchia data per il quale ho cercato aiuto medico senza successo.

Tuttavia, mi ha raccomandato di bere meno acqua durante le lezioni. Da tutto quello che posso dire, questo è un cattivo consiglio. Tramite e-mail, ha offerto una motivazione della medicina alternativa ayurvedica:

Il motivo principale è quello che è noto come agni (il fuoco digestivo); alimentiamo quel fuoco durante il corso della pratica - motivo per cui lo yoga è generalmente utile per far ripartire i sistemi del corpo - risveglia sia l'appetito che la digestione lenta e altro ancora. C'è un grande processo di digestione durante la pratica dello yoga poiché Agni si riferisce anche alla digestione di pensieri, emozioni, esperienze. Quindi bere grandi quantità di acqua "spegne" il fuoco della digestione fisica e spezza il filo della concentrazione che cerchiamo di coltivare durante lo yoga.

Per essere schietto (cosa che non ero con il mio istruttore), questo suona come un ciarlatano per me. Tuttavia, mi chiedo se dovrei riporre la mia fiducia nel suo consiglio? Per prima cosa, forse sa di cosa sta parlando più di quanto io le dia credito. (Non so cosa succede durante la formazione degli insegnanti di yoga.)

C'è anche il fatto che altrimenti mi sono piaciute le sue lezioni di yoga e temo che una relazione insegnante-studente sia insostenibile se non lo faccio. Non fidarti dei suoi consigli.

Beh, sai come chiamano medicina alternativa che funziona, giusto? :)
Qual è il tuo ragionamento dietro l'acqua potabile durante le lezioni? Bocca secca, eruttazione ...?
Quattro risposte:
#1
+6
Jesse Amano
2019-05-23 05:25:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dichiarazione di non responsabilità: non sono un professionista di alcun tipo in questo o in qualsiasi campo correlato. Neanche io sono in ottima forma. Tutto quello che posso veramente dire per la mia reputazione è che mi alleno regolarmente e ho completato una manciata di gare senza morire.

Ai fini di questo Q&A, presumo che il la ragione per cui questo suona come ciarlataneria è perché sei interessato a praticare esercizi yoga, ma non alla filosofia yoga. (Sto solo cercando di rimanere il più neutrale possibile qui, non sono nemmeno interessato alla filosofia.)

Sebbene lo yoga come programma di esercizi possa ovviamente essere secolare, molte delle giustificazioni per certe pratiche al suo interno sono ancora almeno vagamente legati alla o alle tradizioni mistiche da cui ha origine. Anche se le ragioni addotte per certe cose suonano un po 'sciocche, le pratiche stesse (movimenti, schemi respiratori, ecc.) Sembrano funzionare. Dal momento che sei iscritto al corso e ti stai divertendo, probabilmente non hai bisogno di ulteriori convincimenti, ma questo sembra un buon posto per sottolineare che risultati di sondaggi generali e almeno una manciata di studi ricercabili sul Web indicano con ragionevole certezza che lo yoga sembra migliorare la salute generale in vari modi. Se lo yoga può ottenere la risposta giusta per i motivi sbagliati quando si tratta di esercizio, perché non l'idratazione?

Ma aspetta, possiamo fare di meglio del "perché no". Articoli come questo citano prove effettive che l'idratazione durante l'esercizio è eccessiva:

Non c'è mai stato un caso in cui un corridore muoia di disidratazione su un percorso di maratona, ma dal 1993 almeno cinque maratoneti sono morti di iponatriemia sviluppatasi durante una gara ... Allo stesso modo, ricercatori tedeschi hanno prelevato campioni di sangue da più di mille finalisti dell'Ironman European Championship nel corso di più anni e hanno scoperto che 10.6 per cento di loro aveva iponatriemia.

E fornisce una giustificazione non ciarlatana:

Quando sudi, il tuo cervello percepisce il corrispondente aumento dell'osmolalità plasmatica e dirige il rilascio dell'ormone antidiuretico (ADH), che spinge i reni ad attivare le acquaporine ... Quando il tuo corpo riassorbe l'acqua, la tua osmolalità plasmatica torna alla normalità, il tuo cervello percepisce il cambiamento e spegne l'ADH. Questo ciclo di feedback è finemente sintonizzato per mantenere l'osmolalità del plasma in un intervallo sicuro.

Ciò che trovo interessante qui è che se ignori le cose sulla "digestione delle emozioni" dalla descrizione del tuo istruttore di agni , inizia ad assomigliare, in una sorta di occhio magico, almeno un po 'alla spiegazione di questo ricercatore: bere acqua durante l'esercizio interrompe il processo di ritenzione idrica che il tuo corpo ha naturalmente avviato e , in caso di eccessiva idratazione, lo sposta invece in una modalità diuretica nel tentativo di perdere l'acqua in eccesso.

Personalmente (aneddoticamente), trovo che se bevo 1 bicchiere d'acqua al mattino e vai direttamente in palestra, è abbastanza; se invece vado la sera dopo il lavoro, sono sufficienti anche 3 bicchieri d'acqua nell'arco della giornata. La solita routine è di 35 minuti di jogging / corsa a varie velocità su un tapis roulant, poi un sorso d'acqua da una fontana, quindi 35-45 minuti di sollevamento pesi. La regola degli "otto bicchieri d'acqua" di cui continuo a sentire è almeno il doppio di quella che ho mai bevuto realisticamente (a meno che non conti una tazza di caffè nero come se fossero 3 bicchieri d'acqua, il che sembra sbagliato su molti livelli).

Grazie mille per la tua risposta premurosa e ponderata. Direi che mi iscrivo alla filosofia dello yoga, ma le basi: consapevolezza, concentrazione sul respiro, tentativo di rilassarsi nel mezzo di pose difficili, ecc. Immagino che mi stia chiedendo se il mio insegnante di yoga * fosse * davvero * condividere la filosofia dello yoga qui.
In ogni caso, ho sempre bevuto grandi quantità di acqua, tutto il giorno, che facessi esercizio o meno. Non sono sicuro che sia qualcosa che ho motivo di provare a cambiare o meno. Ma forse è una domanda diversa ...
#2
+2
Chris
2019-05-23 03:54:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quello che dice il tuo insegnante è ciarlatano. Tuttavia, perché non renderla felice? Potrebbe non essere necessario bere acqua durante la lezione. Penso che ci sia un po 'di paranoia sull'idratazione che dice che devi bere costantemente acqua, e non sono sicuro che ci siano prove scientifiche per questo. Faccio un allenamento di sollevamento pesi di un'ora e dieci minuti senza bere acqua e non ho mai problemi. Trovo che l'acqua potabile mi rallenti. Inizio a idratarmi gradualmente poche ore prima dell'allenamento, quindi vado all'allenamento adeguatamente idratato quando inizio. Pensi di riuscire a capire come fare la lezione senza bere acqua? Ecco due avvertimenti: se la stanza è calda e stai sudando copiosamente, allora è una questione diversa. Secondo, se la lezione è di un'ora e mezza, allora nella mia esperienza inizia ad avvicinarsi al punto in cui è richiesta l'acqua. Forse puoi aspettare fino a un'ora e quindici minuti prima di bere. Allora rutteresti?

#3
+2
Darren Beattie
2019-05-23 22:01:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ogni volta che qualcuno cita la medicina alternativa ayurvedica, dovrebbe immediatamente aumentare il tuo senso di ragno. Ci sono istruttori di yoga che hanno una buona scienza / realtà di base, ma ce ne sono anche molti che rigurgitano solo le sciocchezze che imparano nelle loro certificazioni.

La giustificazione del tuo istruttore è una merda, ma forse sperano solo di convincerti a smettere di bere, quindi smetti di ruttare e a loro non interessa davvero la logica. Non li biasimerei, ruttare tutto il tempo può essere una distrazione per la classe.

Detto questo, molte persone si idratano eccessivamente e non hanno bisogno di bere tanta acqua come pensano loro fanno. È qualcosa che i media hanno esagerato per anni:

Fluidi, idratazione e forma fisica

Tuttavia, il vero problema è che tu rutti in classe tutto il tempo per il tuo istruttore. Sembra che preferirebbero che tu non ruttassi tutto il tempo e, se non bevi, si spera che si ottenga.

La cosa semplice da fare è assicurarti di essere idratato prima di andare a lezione. Quindi, invece di sorseggiare tutta la lezione, pesati semplicemente dopo lo yoga e consuma la quantità di acqua che hai perso. In questo modo non correrai grandi rischi.

Se il tuo esercizio non dura più di 60-90 minuti e non è ad alta intensità, probabilmente non lo fai bisogno di bere acqua durante lo yoga. A meno che non sia una stanza molto calda e tu stia sudando secchi (nel qual caso, scegli una sequenza di intervalli per ridurre l'eruttazione per il bene dei tuoi compagni di classe, cioè ogni 10 minuti, o ogni 15, o ogni 20).

La disidratazione riduce le prestazioni, ma è più rilevante per l'esercizio ad alta intensità, al contrario dello yoga. C'è un modo molto semplice per valutare i tuoi livelli di idratazione:

Guarda le tue urine. Se non è chiaro, con una leggera sfumatura gialla. Sei idratato. Entra così nello yoga.

Se non riesci a pesarti subito dopo lo yoga (1 kg perso = 1 litro da bere), guarda di nuovo le tue urine. Se è giallo, devi bere più del solito. Se è giallo scuro, raddoppia quello.

C'è anche il fatto che per il resto mi sono piaciute le sue lezioni di yoga e temo che una relazione insegnante-studente sia insostenibile se non mi fido di lei consiglio.

Avere un sano scetticismo è diverso da una mancanza di fiducia. È un'istruttrice di yoga, non una dietista, quindi fidati di lei quando si tratta di yoga.

Se il tuo medico ti dava consigli sul tuo animale domestico, lo prenderesti, solo perché è un medico? Cosa diavolo sanno del tuo animale domestico? Non sono un veterinario.

Stessa cosa qui ... nutrizione, non è davvero l'ambito di pratica del tuo istruttore di yoga.

Grazie mille per la tua risposta. Forse avrei dovuto chiarire la cosa "la relazione insegnante-studente è insostenibile" - sarei perfettamente felice di continuare a seguire le sue lezioni di yoga, infatti ho avuto un'insegnante di yoga che amavo che avrebbe parlato di astrologia prima delle lezioni. (Di solito mi limitavo a escludere questa parte.) È più che sento che sarebbe socialmente imbarazzante presentarmi alla sua classe ora, se non mi scusassi o non agissi come se credessi a quello che ha detto.
#4
+2
kaanchan
2019-08-13 23:20:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nella meta-fisiologia dello yoga, il rutto è controllato da un prana specifico, uno dei cinque principali. Un eccesso di eruttazione sarebbe considerato uno squilibrio del prana che controlla quella specifica funzione corporea. Le pratiche yoga, se presentate in modo equilibrato, equilibrerebbero i cinque prana maggiori nel corpo con conseguente salute generale e possibile affrontare l'eccessiva eruttazione.

A parte le sessioni di yoga aerobico estremo, non ci sono mai stato in o insegnato (negli ultimi venti anni) una classe che richiede agli studenti di bere acqua durante un'ora e mezza di lezione, di cui 40-60 minuti sono dedicati alle asana, 10-20 minuti al pranayama e il resto al rilassamento eo pratiche di meditazione preparatoria.

Avendo sofferto di stitichezza durante i primi anni della mia vita, ho provato a bere molta acqua come rimedio, ma ho avuto risultati contrastanti. Quando mi sono imbattuto in un suggerimento ayurvedico di astenermi dal bere acqua un'ora prima dei pasti e un'ora dopo i pasti, ho notato cambiamenti positivi nella mia digestione. Il suggerimento si riferisce a ciò che il tuo insegnante di yoga ha citato riguardo al fuoco digestivo. L'acqua potabile è anche un processo che va oltre la semplice deglutizione. Una volta ho letto in un libro di yoga che l'acqua dovrebbe essere mangiata e il cibo dovrebbe essere bevuto. Evidenzia la consapevolezza con cui portiamo elementi nel nostro corpo in modo tale che il corpo possa effettivamente integrarli invece di trasmetterli direttamente.

Lo yoga è una scienza. Non devi fidarti dei consigli di nessuno. Provalo; testare l'affermazione. Vedi se è ripetibile. Se apporta cambiamenti sostenibili e positivi, integralo nel tuo stile di vita. In caso contrario, condividi il feedback con il tuo insegnante.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...